Presentazione 16^ tappa del Giro d’Italia 2016. Bressanone – Andalo 132 km

Dopo la terza ed ultima giornata di riposto si riparte con una tappa breve ma intensa caratterizzata da lunghe salite e discese. Si parte con un falsopiano a scendere per i primi 40 km fino a poco dopo Bolzano (TV) quando si affronta la classica salita del passo della Mendola che immette nella lunghissima e ondulata discesa fino ai piedi della salita finale. Salita divisa in due parti, la prima fino a Fai della Paganella (GPM) e la seconda fino all’arrivo. Da segnalare a 200 m dal GPM, all’interno dell’abitato di Fai della Paganella, un tratto al 15% di pendenza. Gli ultimi 10 km sono così suddivisi: i primi 4 km in discesa veloce, su strada larga e in parte di pendenza elevata e i successivi 6 km in salita prima leggera, poi marcata che termina a 2 km dall’arrivo. Segue un falsopiano a salire.

Domani i big dovranno tentare sin dal Passo della Mendola e rafforzare sul Fai della Paganella l’attacco verso l’olandes in maglia rosa Steven Kruijswijk.

Il Giro d’Italia è già arrivato ad Andalo: 18^ tappa Verona-Andalo nel 1973 e la vittoria di Eddy Merckx.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo)
  • Maglia Rossa, Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo)
  • Maglia Azzurra,  Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
  • Maglia Bianca,  Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Precedente Foliforov vince la cronoscalata dell'Alpe di Siusi. Kruikswijk si rivela il più in forma! Successivo Valverde suona la carica! Sua la 16^ tappa del Giro d'Italia 2016

Lascia un commento