Nairo Quintana “doma” il Blockhaus e conquista la Maglia Rosa

L’attesissimo arrivo in salita del Blockhaus ha visto protagonista un solo dominatore “Nairo Quintana”. Il corridore colombiano ha vinto in solitaria la 9^ tappa del Giro d’Italia da Montenero di Bisaccia al Blockhaus di 149 km. Completano il podio Thibaut Pinot e Tom Dumoulin. Nairo Quintana, grazie al successo odierno, riveste la Maglia Rosa tre anni dopo la vittoria al Giro d’Italia 2014.

Nella prima parte della tappa odierna troviamo, sin dai primi chilometri, la solita fuga numerosa che viene controllata dalla Movistar di Nairo Quintana; si capisce subito che il colombiano ha la vittoria nel mirino. Quando la strada inizia a salire per l’ultima ascesa il gruppo diventa meno numeroso perdendo pezzi metro dopo metro. Quando mancano meno di 15 km al traguardo Wilco Kelderman, scudiero di Tom Dumoulin, colpisce  una moto della polizia ferma sul lato sinistro della carreggiata cadendo e trascinando con sé tutto il team Sky e Adam Yates. Mikel Landa uscito abbastanza malconcio viene lasciato al suo destino mentre Yates e Thomas provano a limitare i danni.

Davanti la Movistar tiene alta l’andatura finché è proprio Nairo Quintana a prendere l’inziativa provando uno scatto che viene prontamente stoppato da un attento Vincenzo Nibali. Gli scatti contribuiscono a decimare ulteriormente il gruppo finchè rimangono solo Thibaut Pinot e Nibali a far compagnia al colombiano. Lo scatto decisivo di Nairo Quintana arriva ai meno cinque chilometri dal traguardo, quando il colombiano stacca definitivamente tutti i suoi rivali e in solitaria si invola verso il traguardo.

Come da pronostici la tappa odierna ha dato i primi verdetti di questo Giro100.  Vincenzo Nibali riesce a limitare i danni; dopo un inizio salita tonico e reattivo è calato nella parte pi dura della salita quando la strada ha raggiunto le pendenze adatte ad uno scalatore puro. Certo lo Squalo ha perso l’apporto della squadra troppo presto. Kanstantsin Siutsou si è staccato subito e Franco Pellizotti non è riuscito a tenere il ritmo dei migliori. Per Vincenzo si prospetta una cronometro con un solo obiettivo: rosicare secondi importanti per ridurre il distacco dal colombiano.

Sorprende Tom Dumoulin che, salendo del suo passo, si trova a soli 30” da Nairo Quintana; l’olandese pensa già a martedì con l’aspettativa di una cronometro, adatta alle sue caratteristiche, che potrebbe proiettarlo dritto in Rosa.

Pinot tra alti e bassi in questa salita ha dimostrato di avere una buona gamba e di essere pronto per centrare un posto nel podio finale di Milano. 

Da rivedere, quasi del tutto fuori dai giochi, Zakarin, Kruijswijk, Jungels, Van Garderen e Thomas.

Nairo Quintana Fonte Foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

RISULTATO FINALE
1 – Nairo Quintana (Movistar Team) – 149 km in 3h44’51”, media 39,759 km/h
2 – Thibaut Pinot (FDJ) at 24″
3 – Tom Dumoulin (Team Sunweb) s.t.
4 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 41″
5 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’00”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Nairo Quintana (Movistar Team)
2 – Thibaut Pinot (FDJ) a 28″
3 – Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 30″
4 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 51″
5 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’10”

Nairo Quintana in Rosa Fonte Foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

Nairo Quintana, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Sul traguardo ho dimostrato che sto bene. Oggi tutta la squadra è andata forte. Sono contento di questa vittoria. C’è ancora tanta strada fa fare in questo Giro. Nei prossimi giorni scopriremo se i trenta secondi di vantaggio che ho su Tom Dumoulin sono tanti o pochi, ma mi sento bene, e questa è l’unica cosa importante al momento“.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale,  Nairo Quintana (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, Jan Polanc (UAE Team Emirates)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, Davide Formolo (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team)

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Pubblicato da solialcomando

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.