Il ciclismo ai tempi del Coronavirus – in aggiornamento

Centers for Disease Control and Prevention (CDC) – Photo credit: Alissa Eckert, MS, Dan Higgins, MAM
Il ciclismo ai tempi del Coronavirus

Il ciclismo ai tempi del Coronavirus” potrebbe essere il titolo di un moderno best seller il cui titolo prenda spunto dal grande capolavoro di Gabriel García Márquez

La trama non sarebbe difficile da trovare. Basterebbe prendere spunto da ciò che sta accadendo in questi giorni.

Il patron del Giro d’Italia Mauro Vegni ha sollevato le sue perplessità sulla possibilità di disputare le corse di Primavera targate RCS Sport, in primis la “Milano – Sanremo”.

Ieri sera l’organizzazione di UAE Tour ha deciso di cancellare la competizione al termine della 5a tappa perché due membri del Team UAE Emirates presentavano sintomi che potevano essere ricondotti al Coronavirus (SARS-CoV-2).

E’ di oggi la notizia che la federazione ciclistica danese ha messo in isolamento il suo atleta Michael Mørkøv (Deceuninck – Quick Step) da poco arrivato dall’UAE Tour per disputare i mondiali di ciclismo su pista a Berlino.

Cosa succerà se le autorità emiratine dovessero decidere di mettere in quarantena tutti i partecipanti? Tra i partecipanti dell’UAE Tour ci sono nomi di spicco del ciclismo mondiale (Valverde, Adam Yates, Pogacar, Ewan, Bennett, Ackermann, Froome, ecc).  Addio partecipazione alle classiche di primavera, Parigi-Nizza, Tirreno-Adriatico, ecc? Se ogni stato, in cui si disputano le varie competizioni, iniziasse ad applicare i blocchi per atleti provenienti da determinate nazioni non rischieremmo di falsare l’intera stagione?

Staremo a vedere ma intanto vi lascio con una domanda: “Secondo voi alla luce della situazione attuale in quanti a fine stagione correranno il “Gree-Tour of Guangxi”?

A presto

Luigi

P.S. Questo breve post è solo una riflessione e non ha nessuno scopo di trattare tematiche di tipo scientifico questo lasciamolo fare agli addetti ai lavori.

 

*****AGGIORNAMENTO AL 05/05/2020*****

05/05/2020  – L’Unione Ciclistica Internazionale ha pubblicato il nuovo calendario della stagione 2020:

– 01/08/2020: Strade Bianche (Italy)

– 05/08/2020 – 09/08/2020: Tour de Pologne (Poland)

– 08/08/2020: Milano-Sanremo (Italy)

– 12/08/2020 – 16/08/2020: Critérium du Dauphiné (France)

– 16/08/2020: Prudential RideLondon-Surrey Classic (Great Britain)

– 25/08/2020: August: Bretagne Classic – Ouest-France (France)

– 29/08/2020 – 20/09/2020 : Tour de France (France)

– 07/09/2020 – 14/09/2020: Tirreno-Adriatico (Italy)

– 11/09/2020: Grand Prix Cycliste de Québec (Canada)

– 13/09/2020: Grand Prix Cycliste de Montréal (Canada)

– 29/09/2020 – 03/10/2020: BinckBank Tour

– 30/09/2020: La Flèche Wallonne (Belgium)

– 03/10/2020 – 25/10/2020: Giro d’Italia (Italy)

– 04/10/2020: Liège-Bastogne-Liège (Belgium)

– 10/10/2020: Amstel Gold Race (the Netherlands)

– 11/10/2020: Gent-Wevelgem in Flanders Fields (Belgium)

– 14/10/2020: A Travers la Flandre (Belgium)

– 15/10/2020 – 20/10/2020: Gree – Tour of Guangxi (China)

– 18/10/2020: Tour des Flandres (Belgium)

– 20/10/2020 – 08/11/2020: Vuelta Ciclista a España (Spain)

– 21/10/2020: Driedaagse Brugge-De Panne (Belgium)

– 25/10/2020: Paris-Roubaix (France)

– 31/10/2020: Il Lombardia (Italy)

Date da confermare: EuroEyes Cyclassics Hamburg (Germany) and Eschborn-Frankfurt (Germany).

01/04/2020 – L’Unione Ciclistica Internazionale ha prorogato la sospensione delle corse fino al 01/06/2020.

18/03/2020 – L’Unione Ciclistica Internazionale ha cancellato tutte le gare previste per il mese di aprile. L’UCI darà priorità: agli eventi in calendario alla data della ripresa e, per quanto riguarda il calendario maschile, a seconda dello spazio disponibile e tenendo conto della possibilità di sovrapposizioni, ai tre Grandi Giri e alle Classiche Monumento.

13/03/2020 – A.S.O. annuncia che la  “Parigi-Nizza” terminerà in anticipo il 14/03/2020.

Qualche ora dopo RCS Sport ha comunicato che: “vista la situazione nazionale e internazionale, comunica che viene posticipata la data del Giro d’Italia 2020.
La nuova data sarà annunciata non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020 e dopo che l’organizzazione si sarà confrontata con il Governo, gli Enti locali e territoriali e le Istituzioni sportive italiane e internazionali.”

Il Governo ungherese a causa del diffondersi del coronavirus ha dichiarato lo stato di emergenza che proibisce l’organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali. Di conseguenza il Comitato Organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d’Italia ha dichiarato l’impossibilità di ospitare la Grande Partenza della Corsa Rosa in Ungheria nelle date inizialmente previste. Le parti hanno ribadito la loro determinazione a lavorare insieme per consentire al Giro d’Italia di partire dall’Ungheria in una data successiva.

12/03/2020 – I vari organizzatori hanno cancellato le seguenti corse: “Ronde van Drenthe“, l’”Olympia’s Tour“, la “Volta a Catalunya“,  il “GP Cholet“, il “Circuit Cycliste Sarthe“, la “Nokere Koerse“, la “Bredene Koksijde Classic”, l’”Omloop van de Westhoek“, la “Driedaagse Brugge-De Panne”, la “E3 BinckBank Classic” e la “Gent-Wevelgem“.

06/03/2020 – RCS Sport comunica l’annullamento di Tirreno-Adriatico“, “Milano-Sanremo” e del “Giro di Sicilia“. 

G.S. Emilia ha annunciato la cancellazione della “Settimana Internazionale Coppi & Bartali“.

L’Unione Ciclistica Larcianese ha annunciato l’annullamento del “G.P. Industria e Artigianato“.

Tutti gli organizzatori hanno comunicato all’UCI di ricollocare le corse in altra data del calendario ciclistico internazionale.

05/03/2020 – RCS Sport comunica la cancellazione della “Strade Bianche” a seguito del DCPM del 04/03/2020 che impone fino al 03/04/2020 di disputare le competizioni agonistiche a porte chiuse.
Rcs Sport attraverso la Federazione Ciclistica Italiana chiederà all’Uci di ricollocare le corse di ciclismo Strade Bianche e Strade Bianche Women Elite in altra data del calendario ciclistico internazionale. Speriamo bene!

04/03/2020 – E’ Stefano Rizzato (giornalista Rai) tramite i suoi social a tenerci informati sulla situazione UAE Tour:

 

03/03/2020 – L’organizzazione dell’UAE Tour annuncia di avere 6 nuovi casi di Cronavirus collegati ai due precedentemente annunciati.

29/02/2020 – L’organizzazione dell’UAE Tour ha diramato un comunicato stampa dove ha evidenziato che tutti 167 test effettuati sono risultati negativi. Ma inspiegabilmente i ciclisti vengono tenuti in quarantena nei rispettivi alberghi.

 

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Precedente Ciclismo femminile, eroine sui pedali! Successivo Il Giro delle Fiandre ai tempi del Coronavirus

Lascia un commento