Gorka Izagirre espugna il traguardo di Peschici! Sua l’8 tappa #Giro100

L’ostico arrivo di Peschici, ottava tappa, incorona l’azione delo spagnolo Gorka Izagirre (Movistar Team) che sfruttando la caduto di Valerio Conti a 700 metri dall’arrivo approfitta del buco creatosi è vince sui compagni di fuga Giovanni Visconti (Bahrain – Merida) e Luis León Sanchez (Astana Pro Team).
Bob Jungels (Quick-Step Floors) mantiene anche oggi  la Maglia Rosa nonostante la caduta sulla discesa finale.

La tappa da Molfetta a Peschici di 189 km è stata una tappa davvero movimentata. Diversi i tentativi di fuga con la presenza di almeno un ciclista per squadra per poi passare ad un allungo in salita in solitaria di Luis Leon Sanchez riagguantato, successivamente, dai compagni di fuga con cui si è giocato la tappa. Tra i big da segnalare il tentativo di Mikel Landa ai meno 10 km. Lo spagnolo ha raggiunto un vantaggio massimo di circa 20″ per poi essere ripreso dal gruppo della maglia rosa ai – 4.5 km.

Rivendiamo la caduta di Conti ai 700 metri dal traguardo.

RISULTATO FINALE
1 – Gorka Izagirre (Movistar Team) – 189 km in 4h24’59”, media 42,795 km/h
2 – Giovanni Visconti (Bahrain – Merida) a 5″
3 – Luis León Sanchez (Astana Pro Team) a 10″

Gorka Izagirre taglia il traguardo di Peschici Fonte foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

Chi avrebbe scommesso oggi su Gorka Izagirre? Posso garantire che un giovane fantaDS abruzzese ha puntanto su di lui nella tappa odierna.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Bob Jungels (Quick-Step Floors)
2 – Geraint Thomas (Team Sky) a 6″
3 – Adam Yates (Orica – Scott) a 10″

La maglia rosa Bob Jungels Fonte foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

Gorka Izagirre, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “È stata una tappa durissima. Sono riuscito ad andare in fuga, il ritmo è sempre stato altissimo. Visconti era il rivale più pericoloso. Sono veramente contento per questa vittoria. Ho avuto una buona occasione e non l’ho sprecata“.

Bob Jungels ha dichiarato: “Non mi aspettavo l’attacco di Landa ma credo sia stato un’attacco diretto più agli altri team che non a me. Mancava ancora tanto al traguardo. Sono caduto in discesa a 35km dalla fine, una mia distrazione fortunatamente senza conseguenze. Sapevamo che sarebbe stata una tappa combattuta. Credo sia stata una bella tappa anche per i telespettatori“.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale,  Bob Jungels (Quick-Step Floors)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, Jan Polanc (UAE Team Emirates)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani,  Bob Jungels (Quick-Step Floors)

 La tappa di domani

Domani l’attesissima 9 tappa da Montenero di Bisaccia al Blockhaus per un totale di 149 km che per molti sarà la frazione che segnerà i primi verdetti per la classifica generale. Nella prima parte il percorso sarà ondulato. Dopo Francavilla a Mare si lascia il mare per attraversare Chieti, breve ascesa a volte con pendenze elevate su brevi tratti, dove è posto il TV. Si lascia la ss. 5 per raggiungere Manoppello e Lettomanoppello su strade più strette a tratti con fondo usurato. Dopo Roccamorice inizia la salita finale di 13 km.

Gli ultimi 13 km tutti in salita, sul versante più duro, previsti  su strada stretta con numerosi tornanti. Per quasi 10 km la pendenza si mantiene sopra il 9% con punte fino al 14%. Brevissima contropendenza ai 500 m dall’arrivo. Rettilineo finale in salita attorno all’8%.

Largo ai Big!

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Pubblicato da solialcomando

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.