Silvan Dillier vince in fuga a Terme Luigiane

Nell’insidioso finale di Terme Luigiane vince lo svizzero Silvan Dillier (BMC Racing Team) davanti Jasper Stuyven (Trek – Segafredo) e Lukas Pöstlberger (Bora – Hansgrohe).

I componenti del podio hanno fatto parte sin dall’inzio della fuga mentre si sono staccati sulle rampe finali Simone Andreetta e Mads Pedersen, autore principale del lavoro che ha permesso di portare al termine la fuga. Il gruppo ha iniziato a lavorare troppo tardi e non è riuscito a riaggangiare i fuggiviti.

Nella sesta tappa del 100º Giro d’Italia, Reggio Calabria-Terme Luigiane di 217 km, la classifica rimane invariata con Bob Jungels (Quick-Step Floors) che mantiene la Maglia Rosa.

RISULTATO FINALE
1 – Silvan Dillier (BMC Racing Team) – 217 km in 4h58’01”, media 43,688 km/h
2 – Jasper Stuyven (Trek – Segafredo) s.t.
3 – Lukas Pöstlberger (Bora – Hansgrohe) a 12”

Silvan Dillier (BMC Racing Team) Fonte Foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

CLASSIFICA GENERALE
1 – Bob Jungels (Quick-Step Floors)
2 – Geraint Thomas (Team Sky) a 6″
3 – Adam Yates (Orica – Scott) a 10″

Silvan Dillier (BMC Racing Team) Fonte Foto: LaPresse – D’Alberto / Ferrari – Comunicato Stampa RCS

Le dichiarazioni del vincitore dopo l’arrivo: “Non so ancora come ho fatto a battere Stuyven che è uno sprinter molto forte. Su uno sprint in salita come questo sono riuscito a spingere un rapporto lungo: ho continuato a credere in me stesso e ho tirato fuori tutte le energie che mi erano rimaste. È la mia vittoria più importante“.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale,  Bob Jungels (Quick-Step Floors)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, Jan Polanc (UAE Team Emirates)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, Bob Jungels (Quick-Step Floors)

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 7 – Castrovillari – Alberobello (Valle d’Itria) 244 km – dislivello 700 m
 
Domani tappa per velocisti. La settimana tappa da Castrovillari ad Alberobello di 244 km è totalmente pianeggiante per i primi 140 km (breve discesa in partenza) lungo strade prevalentemente ampie e rettilinee. Breve salita in corrispondenza al GPM di Bosco delle Pianelle (4^ categoria) e ultima parte molto impegnativa per la serie di attraversamenti cittadini con i consueti ostacoli della viabilità come rotatorie, spartitraffico, isole pedonali, pavé, dossi. Ultimi 40 km ondulati tendenti a salire. Gli ulltimi chilometri molto articolati e impegnativi. Si percorrono in parte strade larghe e rettilinee e in parte vie cittadine caratterizzate da svolte consecutive e parziali restringimenti della carreggiata. Dai 5 km a 1.5 km all’arrivo prevalentemente in salita con una breve discesa che termina ai 700 m. Finale con leggeri cambi di direzione in leggera salita.

Sarà la tappa del tris per Fernando Gaviria? Il finale con i ripetuti saliscendi potrebbe favorire una fuga ma le occasioni per le squadre dei velocisti rimangono davvero poche. Potrebbe vincere un corridore veloce ma non è detto che sia un velocista puro!


 

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Pubblicato da solialcomando

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.