Chaves domina sulle Dolomiti! Kruijswijk nuova maglia Rosa del Giro d’Italia 2016!

Il giovane colombiano Esteban Chaves (Orica Greenedge) da spettacolo sulle Dolomiti e vince allo sprint la quattordicesima tappa del 99º Giro d’Italia, da Alpago (Farra) a Corvara (Alta Badia) di 210 km. Al secondo e terzo posto troviamo Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo), nuova maglia rosa, e Georg Preidler (Team Giant – Alpecin). Giornata dominata dallo spettacolo sulle Dolomiti dove abbiamo assistito ad attacchi e contrattacchi tra i big e dove molti hanno perso il treno buono per la vittoria finale.

Esteban Chaves aveva dato appuntamento nel tappone dolomitico ed ha rispettato la promessa. Fonte foto: Comunicato stampa RCS – Gazzetta dello Sport

Anche il tappone dolomitico non ha scoraggiato i corridori ed infatti il ritmo di gara è stato si dai primi chilometrielevato. Il primo a partire con i tentativi di fuga è stato Bak. Nei pressi di Arabba il gruppo si spezza e sono rimasti al comando un folto gruppo di corridori tra i quali: Francesco Manuel Bongiorno, Sonny Colbrelli (Bardiani – CSF), Darwin Atapuma (BMC Racing), Moreno Moser, Kanstantsin Siutsou (Dimension Data), David De La Cruz, Matteo Trentin (Etixx-QuickStep), Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo), Stefan Denifl (IAM Cycling), Diego Ulissi (Lampre-Merida), Tim Wellens, Maxime Monfort (Lotto Soudal), Carlos Betancur, José Herrada (Movistar), Damiano Cunego, Giacomo Berlato (NIPPO-Vini Fantini), Ruben Plaza (Orica GreenEDGE), Georg Preidler (Giant-Alpecin), Rein Taaramae (Katusha),  Primoz Roglic (Lotto NL-Jumbo), David Lopez, Nicolas Roche (Sky), Laurent Didier (Trek-Segafredo), Matteo Busato, Daniel Martinez (Wilier-Southeast).

Il Passo Pordoi inizia a fare selezione ed iniziano a perdere contatto tra i fuggitivi Betancur, Firsanov e Trentin. Berlato si fa in quattro per permettere a Damiano Cunego di conquistare punti importanti nel GPM. David Lopez tenta di uscire dai fuggitivi all’inzio della salita verso il Passo Sella ma subito dopo il GPM  viene raggiunto da Atapuma, Roche e successivamente da Moser, Siutsou, De La Cruz, Monfort, Cunego, Plaza, Preidler, Kochetkov, Domont e Zeits. Nell’ascesa verso il Passo Gardena è la volta di Ruben Plaza. Lo spagnolo prova l’attacco per arrivare in solitaria al traguardo. Plaza dovrà cedere il passo agli inseguitori sulle strade Passo Giau le cui rampe si presentano troppo dure per l’alteta dell’Orica che viene superato da Atapuma e Siutsou. Nel gruppo dei migliori l’Astana si porta davanti per aumentare il ritmo di gara; l’azione costa cara alla maglia rosa Amador e a Jungles; entrambi si staccano. Al termine della discesa del Passo Giau Amador riesce a rientrare nel gruppo dei big. Lungo l’ascesa verso il  Passo Valparola una rapida accelerazione di Nibali mette fuori dai giochi Valverde che non riesce a rispondere allo Squalo. Rimangono con il campione siciliano solo Majka, Chaves, Kruijswijk, Zakarin e Uran. A metà salita l’olandese prova a cambiare ritmo e solo Chaves riesce a tenere la ruota mentre Nibali, in difficoltà, continua a salire del suo passo. L’accordo tra Chaves e Kruijswijk prosegue e la coppia riesce a mantenere un discreto vantaggio nei confronti del campione italiano che si trova ad affrontare gli ultimi chilometri della tappa come se fossere una cronometro individuale. Chaves e Kruijswijk riprendono Siutsov e Preidler proprio nei pressi del GPM e si lanciano all’inseguimento di Atapuma. Il colombiano della BMC viene ripreso quando mancano circa 2 km dal traguardo. Nell’ultimo chilometro è Preidler a tentare di staccare i suoi avversari, Atapuma prova a seguirlo ma cede e in quel momento salgono in cattedra Chaves e Kruijswijk che si lanciano nello sprint finale.

Il grande sconfitto di giornata è Alejandro Valverde che perde tre minuti da Chaves.

Da segnalare il ritiro di Hesjedal per problemi allo stomaco e di Giacomo Berlato che ai meno 25 km dal traguardo ha accusato un malore.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo)
  • Maglia Rossa, Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo)
  • Maglia Azzurra, Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
  • Maglia Bianca,  Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)
Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) è la nuova Maglia Rosa. Fonte foto: Comunicato stampa RCS – Gazzetta dello Sport

Esteban Chaves: “Vincere una tappa al Giro d’Italia è stato il mio sogno si da quando ho cominciato la mia carriera da professionista con il Team Colombia, proprio qui in Italia. Amo questa corsa! Vincere la tappa più dura è ancora meglio. Devo ringraziare tutte le persone che mi hanno permesso di arrivare fino a questo punto. Grazie anche al mio direttore sportivo Matt White che mi ha dato informazioni preziosissime per la vittoria”.

Steven Kruijswijk: “Mi sentivo davvero bene. Ho chiesto al mio direttore sportivo se era meglio salvare energie per la crono di domani o meno. Abbiamo deciso di andare a tutta. Mi sembrava di stare un po’ meglio di Vincenzo Nibali e ho pensato che era il giorno buono per avvantaggiarsi. Fortunatamente mi ha seguito un corridore molto forte. È una soddisfazione enorme indossare la Maglia Rosa, specialmente in un luogo meraviglioso come le Dolomiti”.

Damiano Cunego: “Oggi forse è stata la prima tappa durissima del Giro d’Italia. Ho corso anche per vincerla, non solo per la Maglia Azzurra. Ho pagato i cambi di ritmo fisicamente e mentalmente, quindi ho cambiato obiettivo ed ho puntato alla maglia. Sto bene ma il livello è elevatissimo”.

La 15 frazione di domani prevede la cronoscalata individuale Castelrotto (Kastelruth) – Alpe di Siusi (Seiser Alm) per un totale di 10,850 km.  I primi 1800m sono in falsopiano seguiti da 9 km di salita, 8,3% di media. Strada larga e ben pavimentata. Tratti rettilinei sono intervallati a tornanti dal raggio di curvatura elevato. Cronometraggio intermedio al km 4,4. Gli ultimi chilometri sono interamente in salita con una pendenza molto costante (media 8%, max 11%), tutti su strade larghe e ben pavimentate. Nella parte finale si affronta una serie di tornanti. L’arrivo è posto al termine di un rettilineo di 180 m.

Il primo corridore a partire domani nella cronometro: Jack Bobridge (Trek – Segafredo) – 13.30 e l’ultimo corridore sarà la maglia rosa: Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) – 16.46. I corridori partiranno con un distacco di un minuto l’uno dall’altro con eccezione degli ultimi 15 che partiranno ogni tre minuti.

Ordine di partenza cronometro

Luigi - Appassionato di ciclismo, cicloamatore “completo” (lento su tutti i fronti: pianura, salita e discesa) e curatore del blog: "Soli al comando".

Precedente Il "Nieve" che non ti aspetti vince la 13^ tappa del Giro d'Italia 2016. Amador in rosa! Successivo Foliforov vince la cronoscalata dell'Alpe di Siusi. Kruikswijk si rivela il più in forma!

Lascia un commento